top of page

Group

Public·16 members
David Sanders
David Sanders

A Un Miglio Da Te



A un miglio da te, il film diretto da Leif Tindel, segue la storia di un giovane sportivo che lotta per superare una grave perdita. Kevin Schuler (Graham Rogers), diciannove anni, è un prodigio della corsa con un amore appena nato. Un giorno, mentre torna da un allenamento, il pullman sul quale lui e gli altri compagni stanno viaggiando è vittima di un atroce incidente e tutti i passeggeri, compresi il suo migliore amico e la sua fidanzata Ellie (Stefanie Scott), perdono la vita sul colpo. Per distrarsi dalla sofferenza e dal senso di colpa dell'essere l'unico sopravvissuto, Kevin utilizza la corsa come cura contro il dolore e canalizza tutte le sue energie negli allenamenti. La velocità rende la sua vita meno lacerante e contribuisce a riaccendere in lui il ricordo di coloro che ha perso.Con l'aiuto del suo allenatore il ragazzo inizia a impegnarsi seriamente per diventare un atleta professionista, ma lo zelo per la vittoria di trasforma in fretta in esaurimenti nervosi, accompagnati dalle strazianti reminiscenze di coloro che non ci sono più. Quando la sua bravura inizia a regalargli una certa notorietà, Kevin si trova costretto a compiere una scelta: rimanere intrappolato nel passato o dare spazio alle nuove e incredibili opportunità del presente...




A un miglio da te



Dopo la morte dei suoi migliori amici in un incidente stradale, l'adolescente Kevin scopre che la corsa è l'unico modo per mantenere viva la memoria dei ricordi e dei suoi amici. Correre partecipando a gare, tuttavia, gli porta anche una certa notorietà e ben presto Kevin sarà costretto a scegliere tra il mantenere vivo il passato e il crearsi nuovi ricordi nel presente.


Da Running - Il vincitore (1979) a Race - Il colore della vittoria (2016) i film sul mondo dell'atletica si portano sempre, insieme alla carica agonistica, un significato più profondo dietro le motivazioni che spingono il protagonista a mettere tutto se stesso nella corsa. A un miglio da te, adattamento del romanzo del 2002 Life at These Speeds di Jeremy Jackson, non fa naturalmente eccezione, rivolgendosi a un target composto prevalentemente da spettatori adolescenziali, più propensi a identificarsi con un personaggio loro coetaneo e a giustificare le dinamiche romantiche del film. Ma la pellicola non è una classica commedia sentimentale, bensì una riflessione sul superamento del lutto e dei propri demoni personali che, fin dall'inizio, si tinge di tonalità più affini alla tragedia strappalacrime.


La storia ha come protagonista il giovane Kevin, considerato un vero e proprio talento della corsa, tanto da riuscire a primeggiare su tutti i suoi compagni. Un giorno il pullman sul quale gli altri studenti stavano viaggiando, inclusi la fidanzata di Kevin, Ellie, e il suo migliore amico, è vittima di un incidente e tutti i passeggeri perdono la vita sul colpo. Il ragazzo viene trasferito in un nuovo istituto ma per lui non è facile affrontare il trauma subito, con i ricordi di Ellie e della sua vita passata che lo tormentano ogni giorno.Le capacità atletiche di Kevin vengono notate dal coach Jared, che punta su di lui per le imminenti competizioni regionali, mentre la bella Henny tenta di farlo uscire dal guscio in cui si è rinchiuso dopo essersene innamorata a prima vista. Ma la strada per la vittoria in ambito sportivo e per ritrovare una serenità relazionale sarà dura e irta di ostacoli.


In alcuni passaggi, complice l'accentuata colonna sonora a tema e le solide performance del cast, A un miglio da te è in grado di commuovere per via della complessità drammatica di una storia che inizia già con un'immane tragedia. Il percorso di recupero, psicologico e agonistico, del protagonista, talento della corsa e unico sopravvissuto della sua classe (vittima di un incidente stradale nel quale ha perso la vita anche la sua fidanzata), passa su step prevedibili, con il fondamentale aiuto del nuovo allenatore e l'entrata in scena di un nuovo potenziale amore che si alternano alle varie sequenze a sfondo sportivo. L'operazione si rivela strutturalmente debole nella sua esasperata monotonia narrativa e i buoni spunti emotivi, posti inizialmente in campo, si perdono strada facendo con il procedere dei sempre più forzati eventi. Il film andrà in onda martedì 18 febbraio alle 15.45 su ITALIA1 in prima visione tv.


  • /g, '') %>Altri daEdicola e novitàDiventa un runner migliore con Runner's WorldDai sprint alla tua corsa con RW di marzo Pubblicità - Continua a leggere di seguitoScopri come far volare la tua corsa con RWFai del 2023 il tuo anno migliore con RWAllenati sempre al Top con il nuovo numero di RWFai volare la tua corsa con il nuovo numero di RWEcco la Top 10 Spotify della musica d'allenamento.Magica Italia: 6 ori agli Europei di atletica U-23Ecco Davide Campagna: dentista, chef e runner.Terribile incidente in Cina. 21 runner morti. Edicola e novitàEdicola e abbonamentoLe 21 ultramaratone più dure al mondoAmazon Prime Day: 5 orologi per la corsa scontatiAmazon Prime Day, le migliori offerte per i runnerRunning for the Revolution: l'incredibile storia di Alberto Juantorena diventa un filmAmazon Prime Day, gli orologi Garmin in offertaI migliori documentari sul running da cui trarre ispirazione

Pubblicità - Continua a leggere di seguito Pubblicità - Continua a leggere di seguito Pubblicità - Continua a leggere di seguito Pubblicità - Continua a leggere di seguito Pubblicità - Continua a leggere di seguito Pubblicità - Continua a leggere di seguito Pubblicità - Continua a leggere di seguito Pubblicità - Continua a leggere di seguito Pubblicità - Continua a leggere di seguitoAltri daCreato perCreated By perPresented ByCreated By+ lowSlideCount) { %>of


É un dramma romantico edificante ed emotivo sul potere dei nostri ricordi più felici di sostenerci nei momenti peggiori. Dopo che i migliori amici di un adolescente muoiono in un tragico incidente, Kevin realizzare che correre gli permette di ricordarli perfettamente. La corsa, tuttavia, gli porterà anche una certa notorietà, e presto si ritrova intrappolato tra il mantenere vivo il passato e il creare nuovi ricordi nel presente.


38 Avete inteso che fu detto: Occhio per occhio e dente per dente; 39 ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi se uno ti percuote la guancia destra, tu porgigli anche l'altra; 40 e a chi ti vuol chiamare in giudizio per toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello. 41 E se uno ti costringerà a fare un miglio, tu fanne con lui due. 42 Da' a chi ti domanda e a chi desidera da te un prestito non volgere le spalle. 43 Avete inteso che fu detto: Amerai il tuo prossimo e odierai il tuo nemico; 44 ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per i vostri persecutori, 45 perché siate figli del Padre vostro celeste, che fa sorgere il suo sole sopra i malvagi e sopra i buoni, e fa piovere sopra i giusti e sopra gli ingiusti.


38 Voi avete udito che fu detto: "Occhio per occhio e dente per dente". 39 Ma io vi dico: Non resistere al malvagio; anzi, se uno ti percuote sulla guancia destra, porgigli anche l'altra, 40 e se uno vuol farti causa per toglierti la tunica, lasciagli anche il mantello. 41 E se uno ti costringe a fare un miglio, fanne con lui due. 42 Da' a chi ti chiede, e non rifiutarti di dare a chi desidera qualcosa in prestito da te. 43 Voi avete udito che fu detto: "Ama il tuo prossimo e odia il tuo nemico". 44 Ma io vi dico: Amate i vostri nemici, benedite coloro che vi maledicono, fate del bene a coloro che vi odiano, e pregate per coloro che vi maltrattano e vi perseguitano, 45 affinché siate figli del Padre vostro, che è nei cieli, poiché egli fa sorgere il suo sole sopra i buoni e sopra i malvagi, e fa piovere sopra i giusti e sopra gli ingiusti.


In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: 38Avete inteso che fu detto: Occhio per occhio e dente per dente. 39Ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi, se uno ti dà uno schiaffo sulla guancia destra, tu pórgigli anche l'altra, 40e a chi vuole portarti in tribunale e toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello. 41E se uno ti costringerà ad accompagnarlo per un miglio, tu con lui fanne due. 42Da' a chi ti chiede, e a chi desidera da te un prestito non voltare le spalle. 43Avete inteso che fu detto: Amerai il tuo prossimo e odierai il tuo nemico. 44Ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano, 45affinché siate figli del Padre vostro che è nei cieli; egli fa sorgere il suo sole sui cattivi e sui buoni, e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti. 46Infatti, se amate quelli che vi amano, quale ricompensa ne avete? Non fanno così anche i pubblicani? 47E se date il saluto soltanto ai vostri fratelli, che cosa fate di straordinario? Non fanno così anche i pagani? 48Voi, dunque, siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste.


Denver si trova negli Stati Uniti sudoccidentali. Si trova nella South Platte River Valley, all'estremità occidentale delle High Plains, appena ad est del Rocky Mountain Front Range. Il suo distretto centrale si trova a circa 12 km a est dalla confluenza tra Cherry Creek e South Platte River. Prende il nome da James W. Denver (un governatore del Territorio del Kansas). Poiché si trova esattamente un miglio sul livello del mare, la Mile High City è conosciuta come tale. Si trova a 19 piedi (5280 metri) o poco più di 1609.344 miglio. [1] La Denver Union Station è la posizione del 15 meridiano a ovest di Greenwich. È il riferimento longitudinale per Mountain Time Zone. 041b061a72


About

Welcome to the group! You can connect with other members, ge...

Members

Group Page: Groups_SingleGroup
bottom of page